5 cose che non sai sulla Statua della Libertà di New York

Cosa sapete della Statua della Libertà? Probabilmente tanto, ma senz’altro non tutto. Il monumento simbolo degli Stati Uniti d’America si trova a Liberty Island dal 1886, ma la sua fama sembra non risentire del tempo che passa. Se ci pensate, il vostro stesso interesse per questo articolo ne è una prova, e dunque mettiamovi (alla prova). Quanto ne sapete sulla creazione più famosa del patriota e scultore francese Frédéric Auguste Bartholdi?

Una prima curiosità che non tutti conoscono è che la “copia” di Lady Liberty che è possibile ammirare a Parigi, prendendo parte al tour della Senna, è in realtà il primo modello della Statua. Ovviamente è in scala – misura appena 11.50 metri contro i 93 di quella di New York – ed è stata collocata nelle vicinanze del ponte Grenelle perché è da quelle parti che si trovava il laboratorio di Bartholdi. Le due statue sono entrambe verde acqua, ma in origine non era così, perché nei primi del ‘900 i migranti che arrivavano a Ellis Island si trovavano di fronte a una gigantessa di bronzo. Il verde è dovuto all’ossidazione: le piogge, ovviamente, ma anche e soprattutto alla convivenza forzata con l’Hudson.

Curiosità numero 3: oltre a essere un monumento, la Statua è anche un portentoso parafulmini. Ogni anno viene colpita, si stima, oltre 600 volte – da questo punto di vista se la gioca con la Torre Eiffel – ma quel che è certo non sembra risentirne. Vi stupirà poi sapere che la testa è anche più vecchia del corpo: Bartholdi la completò nel 1877 e la espose 1878 in occasione della Fiera Mondiale di Parigi (a questo link trovate una stupenda foto d’epoca). Molti la considerano tutt’oggi un’ostentazione tipicamente americana, ma la verità è che si tratta di un dono: la Francia donò regalò la Statua agli Stati Uniti in occasione del centenario dell’indipendenza dagli inglesi. Un regalo fatto per durare, non c’è che dire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *