Cos’è il conto click?

Il conto click o Conto Bancoposta Click è un conto corrente particolare. Oggi non è più possibile sottoscriverlo, questo almeno dal 1° Gennaio. Però per i correntisti che hanno sottoscritto il contratto prima di questa data, possono ancora accedervi.

Il conto click è un prodotto di Poste Italiane. Molte persone lo scelgono per poter gestire il proprio patrimonio online, senza dover andare ogni volta allo sportello. Quando il conto viene aperto l’utente riceve alcuni dati (nome, password e un generatore di codici). In questo modo si accede al portale e si gestisce il patrimonio.

Il Conto bancoposta Click ha tanti vantaggi. Un peccato che oggi non sia più accessibile per i nuovi clienti! Permetteva infatti una sottoscrizione gratuita, con una carta di debito Postamat (con microchip) legata al conto corrente.

Tutto quanto è gestibile online, sia dal computer che dai dispositivi mobili. E’ possibile tenere sott’occhio la situazione direttamente online, dal saldo alla lista dei movimenti del conto ma anche della carta.

Con il conto Click è possibile fare un bonifico SEPA entro 15.000 euro, effettuare le ricariche degli abbonamenti dei servizi e accessori, le ricariche via internet, il pagamento delle utenze e anche il servizio F24 gratuito. Consente il versamento delle tasse e delle imposte in modo molto semplice ed efficace.

Tutti i prelievi dagli sportelli Postmat e dagli uffici postali sono gratuiti. Consente di accedere al prestito Click Bancoposta a un tasso agevolato. E’ possibile anche far richiesta del servizio allera con gli SMS gratuiti, così da poter essere informati in tempo reale di tutti i movimenti del proprio conto. Infine, chi ha un Cono Click, può accedere a buoni postali.

Quanto costa tutto questo? Diciamo subito che non ci sono bolli annuali da dover sostenere. Questo finché, come viene previsto dalla legge, non restano più di 5000 euro in giacenza sul conto per oltre tre mesi. Non ci sono nemmeno dei canoni mensili di utilizzo e nemmeno una tassazione sugli interessi maturati.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *