Chiunque oggi può avvicinarsi al mondo della borsa grazie al trading online. Ma non tutti riescono ad avere risultati, soprattutto se non hanno mai seguito il mercato della finanza. Se hai provato a usare una versione demo di una app per trading online e il tuo capitale virtuale è sparito in breve tempo, prima di investire con denaro reale affidati a un broker.

Il broker è un intermediario, che gestisce un capitale per conto di terzi. Per questo lavoro, può essere pagato con una commissione fissa, oppure in percentuale in base ai guadagni. Una volta, questa figura era conosciuta soltanto da coloro che investivano in Borsa per lavoro o comunque in modo continuativo; oppure da quanti avevano ingenti capitali da far fruttare. Oggi invece i boker si sono specializzati anche nel seguire persone comuni, che hanno piccole somme di denaro e cercano modi per metterle a rendita,.

Quello che ti serve, è una guida per scegliere il broker per il trading online, in base alle tue conoscenze e ai tuoi obiettivi

Che tipo di broker ti serve?

Prima ancora di pensare all’intermediario, devi partire da te. Quanto ne sai di finanza e di investimenti? Quanto tempo hai a disposizione? Quale tipo di rischio sei disposto a correre? Non sono domande generiche: visitando i siti delle società di brokeraggio, ti accorgerai che alcune sottopongo test di questo genere. E’ in base a questo, che possono offrirti la soluzione, e quindi il broker, più adatto a te.

Broker per trader principianti

Se non hai mai provato a fare investimenti e non sei andato più lontano di un conto deposito, meglio partire con i piedi di piombo. E soprattutto con qualcuno che ti guidi. L’ideale per te è un broker che prenda per mano coloro che vogliono iniziare.

Alcuni professioni mettono a disposizioni manuali creati da loro, materiale informativo e veri e proprio corsi, anche slegati da un futura collaborazione. Non è una cattiva idea seguirne qualcuno. Considera la spesa come parte integrante dell’investimento.

Broker per trader esperti

Magari non hai avuto enormi guadagni, ma sai leggere i prezzi di mercato e conosci gli asset. Ora, però, vuoi alzare l’asticella ed effettuare operazioni più complesse. In questo caso, valuta broker che si occupano di investimenti un po’ più azzardati – ma sempre con rischi controllati – e sfruttano le oscillazioni di mercato. Sarai pronto a comprendere cosa fanno e come si muovono,  senza farti prendere dall’emotività.

Il calcolo del rischio

Non esiste trading senza rischio, questa è una verità. Quello che si può fare, è prevedere la percentuale di rischio. Naturalmente, più una operazione ha un rischio basso, anche vicino allo zero, meno sarà la percentuale di guadagno. A rischi maggiori corrispondono prospettive di guadagno più alte e in tempi più rapidi.

Non esistono strade giuste o sbagliate, dipende da quella che vuoi prendere. E dalla strategia che decidi di seguire con il tuo broker. E’ lui che deve spiegarti il calcolo del rischio. Non fidarti di chi è troppo ottimista; ma neppure di chi è troppo pessimista. L’obiettività nella valutazione è forse la caratteristica migliore da ricercare.