Se a casa vostra avete un bellissimo pavimento in parquet di legno, allora vi saranno di sicuro utili i consigli per la pulizia. Per mantenere il vostro parquet in legno bello e spendente nel corso deli anni, sono necessarie alcune operazioni abitudinarie, come elencato di preciso in seguito. Sul portale www.idee-arredamento.it trovate tanti altri consigli che possono tornarvi utilissimi.

Eliminare ogni traccia di sporco

Se avere un pavimento in legno, è bene che passate quotidianamente la scopa o l’aspirapolvere. Il motivo è eliminare ogni singola traccia di sporco, soprattutto sassolini, pietruzze e altri residui che potrebbero graffiarne la superfice. Se con le scarpe e le ciabatte raccoglierete un sassolino poi lo potreste trascinare in giro per casa rovinando il parquet irrimediabilmente.

Scegliere prodotti ad hoc

Quando siete al supermercato e cercate il detergente per il vostro pavimento in legno, assicuratevi di prediligere quelli ad hoc per il legno. Si tratta di prodotto che hanno un Ph basso in amie da non aggredire la superficie delicata in legno. Se volete una ricetta fai da date a casa senza prodotti confezionati, vi basterà aggiungere a un secchio di acqua calda della semplice ammoniaca.

Usare poca acqua

Si sa che l’acqua è nemica del parquet in legno perché può rovinare le assi, infiltrarsi e imbracarle. Quando lavate il pavimento in legno utilizzate poca acqua. Dovete sempre strizzare ben lo straccio o il fiocco per evitare i ristagni e gli accumuli di acqua. Non è solo un problema di infiltrazioni di acqua. Ma se c’è troppa auca sul pavimento, questa asciugandosi fa delle goccioline e poi sul pavimento resta la macchia.

Usare la cera apposita

Un paio di volte all’anno il parquet in legno va pulito con la cera. Lo scopo della cera per pavimenti è quello di nutrire il prodotto e renderlo spendente. Il legno è un elemento naturale che ha necessità di ricevere delle cure adeguate. La cera farà tornare il pavimento a splendere come fosse nuovo. Ci sono cere a base di resine vegetali oppure di cera d’ape.