Pozzo nero e spurgo: come funziona

Che cos’è

Il pozzo nero è una specie di cisterna sotterranea che viene realizzata per raccogliere le acque di scarico di una casa troppo distanziate dalla rete fognaria pubblica. In certi casi, può anche capitare che la rete fognaria non sia sviluppata e capillare così da dover optare per questa soluzione che è più comune di quanto si possa pensare. Tutti gli scarichi di casa sono collegati al pozzo nero. Infatti, tutta l’acqua degli scarichi del wc, dei lavandini, della doccia, della vasca da bagno ma anche della lavastoviglie e della lavatrice sono collegati al pozzo nero che si riempie un po’ per volta.

Come funziona un pozzo nero

Sono diversi i principi che fanno funzionare un pozzo nero. Al suo interno, è presente una flora batterica che ha il compito di digerire in parte le sostanze dannose presenti niella acque nere di scarico. È importante non introdurre sostanze chimiche che possono alterare l’equilibrio batterico. Inoltre, una separazione delle acque avviene anche grazie alla differenza di peso. Le sostanze più pensati, difatti, cadono sul fondo dove si depositano e sedimentano. Le parti più leggere invece galleggiano perché pesano meno. Questo principio funziona solo se si fa attenzione a non introdurre nel wc sostanze estranee, evitando di usare lo scarico come se fosse un cestino della spazzatura.

Come viene svuotato e pulito

Non ci sono condotte in uscita dato che il pozzo nero è un sistema chiuso. Per tale ragione, una volta che è quasi pieno. Si deve chiamare una ditta di autospurgo Roma prezzi che si occupa di svuotarlo in odo professionale senza rischi. Deve esser utilizzata una cisterna che risucchia la parte liquida presente nel pozzo. Di seguito, gli addetti usano dei getti di acqua pressurizzata per staccare dalle pareti del pozzo nonché dal fondo tutti i fanghi che si sono depositati. Tutto il materiale prelevato grazie a un servizio di autospurgo prezzi Roma viene portato presso gli impianti di depurazione dove vengono trattati nel modo più corretto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *